Il crowdfunding del secolo!

Abbiamo cominciato quest’avventura con un po’ di incoscienza; abbiamo iniziato questa campagna di autofinanziamento con poche pretese; oggi ci crediamo davvero! Questo sta diventando un film corale, l’opera di una generazione di più-o-meno-precari. Ad oggi abbiamo 93 sostenitori, perlopiù piccoli finanziatori, i cui contributi vanno in maggioranza dai 10 ai 25 euro, il prezzo del Dvd di un film ancora non finito. Altre decine di persone hanno messo a disposizione le proprie competenze, di altissimo livello ma spesso poco riconosciute, per realizzare il nostro film, renderlo bello e grande. Sono (siamo) artisti, intellettuali, artigiani, affascinati dal viaggio, da un mondo “così lontano – così vicino”, nello spazio e nel tempo. Un generazione di menti straordinarie, di gente in gamba. Grazie. È un onore sentirsi parte di questo mondo, sapere che il nostro film è già anche vostro, è di tutti noi.

Quest’anno non si celebra solo l’entrata in guerra dell’Italia nella prima guerra mondiale, ma anche la fine della seconda, la fine di quella “guerra civile europea” innescata dall’attentato di Sarajevo. Come molti giovani ingenui del 1914, lo scorso anno ci siamo gettati nell’impresa senza elmetto, sorretti dall’entusiasmo della passione. Oggi ci piace immaginarci come partigiani nella primavera del 1945: non è più l’incoscienza che ci anima, ma la certezza di aver fatto la scelta giusta. E la vittoria appare vicina.

Abbiamo terminato la seconda sessione di montaggio, ora “vediamo il film”, come si dice in un gergo che stiamo via via imparando. Mancano ancora molti mesi alla realizzazione definitiva. Noi ci stiamo mettendo tutte le energie, tutto l’entusiasmo, tutte le abilità di cui siamo capaci. Speriamo di farlo al meglio. Lo facciamo anche per voi, senza il vostro abbraccio non sarebbe lo stesso. Ancora grazie. Continuate a sostenerci e contate su di noi.

https://www.produzionidalbasso.com/project/sarajevo-rewind-2014-1914/

Advertisements

SARAJEVO REWIND 2014>1914 di Eric Gobetti e Simone Malavolti

Quest’estate abbiamo ripercorso le strade che portarono a Sarajevo, il 28 giugno 1914, Gavrilo Princip e Francesco Ferdinando d’Asburgo. Partendo rispettivamente da Belgrado e da Vienna, abbiamo intrapreso, in camper, gli stessi tragitti dell’epoca, con l’idea folle e ambiziosa di produrre un docufilm: un roadmovie storico, un viaggio nell’Europa di oggi, attraverso confini, storie, memorie. Lungo il cammino abbiamo cercato i segni del passaggio di Franz e Gavrilo, interrogando sconosciuti e conoscenti, amici e intellettuali locali. Tra le chiacchiere nei bar e le interviste agli storici, sono emersi conflitti identitari, memorie contrastanti: il difficile rapporto fra nazione, nazionalismo e realtà politiche sovra e pluri-nazionali.

Dall’Impero Austro-Ungarico all’Unione Europea, via Sarajevo!

https://www.youtube.com/watch?v=xLP2hnNSKn8

Nonostante le difficoltà, le multe, gli incidenti e anche un grosso furto subito a Sarajevo proprio il 28 giugno, stiamo arrivando in fondo all’impresa. Col supporto dell’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia), col quale stiamo realizzando il montaggio, e grazie all’impegno di amici e compagni d’avventura.

Ora stiamo cercando di ripagare una parte delle spese, dare un piccolo compenso a chi ha lavorato gratis per noi e mettere da parte qualcosa per terminare l’opera. Tutto questo tramite una campagna di autofinanziamento a cui è possibile contribuire, fino al 6 marzo 2015, a questo indirizzo:

http://www.produzionidalbasso.com/project/sarajevo-rewind-2014-1914/

Grazie a tutti, e leggete qui sotto le pagine scritte tra maggio e luglio, nel corso dell’avventura!